fbpx

Blog

Ma avere un MATRIMONIO A TEMA è così indispensabile?

19 novembre

Ieri pomeriggio mi stavo dedicando come ogni weekend alle “indagini di mercato”, scorrendo un po’ di post su vari gruppi Facebook dedicati alle spose, per capire un po’ quali sono le domande e i dubbi più gettonati tra chi ha appena deciso di sposarsi. E quello che ho letto rispecchia pienamente quello con cui ci confrontiamo sempre in appuntamento con le coppie di sposi: su un gruppo Facebook in particolare, il 90% degli ultimi post riguardava il TEMA del matrimonio: come (e se) sceglierlo, come declinarlo, come applicarlo a tutta la wedding suite.

In appuntamento, spessissimo, succede proprio la stessa cosa: il Metodo Fragola Lilla prevede una domanda, da parte nostra, per capire lo stile del matrimonio e come applicarlo al meglio a tutto il coordinato: “Avete un tema per il vostro matrimonio”?

Abbiamo volutamente scelto di chiedere SE c’è un tema e non QUAL E` il tema, perchè chiariamo subito una cosa: avere un matrimonio a tema non è obbligatorio.

Un matrimonio può avere o non avere un tema, e questo tema, se c’è, può essere applicato in tutti i dettagli del matrimonio o solamente in alcune parti (ad esempio il tableau de mariage). Certo, per realizzare un matrimonio originale il tema aiuta molto, soprattutto per l’allestimento e per ricreare una certa atmosfera; se si riesce (e il tema si presta) a far in modo che anche gli altri dettagli del matrimonio (quindi partecipazioni, menù, bomboniere…) siano tematizzati, è ancora meglio.

Come lo stile, anche il tema deve rispecchiare i gusti e il carattere degli sposi. Spesso, però, ci capita di vedere temi che sono evidentemente specchio dei gusti SOLO della sposa; se è bello che il futuro marito decida di accontentare la sua sposa facendole scegliere un tema che piace solo a lei, io resto dell’opinione che sarebbe più giusto che rispecchiasse entrambi. Innumerevoli volte abbiamo progettato wedding suites che avevano come tema Cenerentola e le fiabe Disney, e mi sono sempre chiesta se lo sposo fosse realmente d’accordo e se questa scelta rispecchiasse anche lui 😉

In altri casi, va detto, il tableau de mariage viene utilizzato come “valvola di sfogo” dello sposo: la sposa si occupa personalmente di scegliere tutto il resto, e “accontenta” il futuro marito lasciandogli scegliere il tema per il tableau. Questo, purtroppo, porta spessissimo ad uno sdoppiamento di personalità del matrimonio e a non rispettare lo stile scelto: se le partecipazioni sono eleganti e con un tocco di rosa cipria, il resto del coordinato riprende questi toni neutri in modo elegante e raffinato, e il tableau all’ingresso della sala è un enorme campo da calcio con i tavoli a forma di divise dei calciatori famosi di 22 colori diversi, qualcosa stona, non credete?

Perciò, sarebbe meglio, come per lo stile, che nello scegliere il tema (e se averne uno) gli sposi si chiedessero se c’è una passione che li accomuna, una caratteristica del loro carattere, un’esperienza bella che hanno vissuto insieme, così significativa da diventare il tema del loro matrimonio; se non c’è nulla che li convinca, meglio lasciar perdere, non cercare un tema per forza, e limitarsi a rispettare – quello sì – il colore e lo stile generale scelto per tutto l’evento.

Di temi, in quasi 10 anni, ne abbiamo visti centinaia.
Qualche consiglio? Se siete due golosoni, il vostro tema potrebbero essere i dolci o il cioccolato. Sono di parte, visto che questo è stato il mio tema, ma devo dire che ha riscosso un notevole successo: nomi dei tavoli con i gusti di cioccolato e cioccolatini come segnaposto abbinati, buffet di dolci monoporzione al cioccolato, fontana di cioccolato finale… tutto molto apprezzato dagli invitati che, evidentemente, essendo amici degli sposi ne condividevano i gusti 🙂


Un altro tema che viene ampiamente sfruttato (e ultimamente anche un po’ abusato) è il viaggio di nozze, quindi tavoli con i nomi delle tappe, segnaposti a forma di cartolina etc.

Un’altra ottima scelta, che spesso rappresenta davvero un sacco le passioni di entrambi gli sposi, è pensare alle SERIE TV (o ad una serie TV in particolare) per la wedding suite: il coordinato a tema che ci è rimasto nel cuore, a tal proposito, è sicuramente quello in tema Trono di Spade:

La cosa migliore, dunque, è senza dubbio ispirarsi allo stile che si è scelto (quindi per un matrimonio rustico i fiori di campagna potrebbero essere un buon tema) oppure ad una passione che lega gli sposi e che, preferibilmente, è riconosciuta da tutti. Se amate la musica, e i vostri invitati lo sanno, tutto potrebbe essere legato a questo, dalle partecipazioni con una chiave di violino, ai nomi degli strumenti o dei compositori famosi per il tableau, ad un cd con una compilation creata da voi come bomboniera (se non si era capito, sono a favore delle bomboniere originali e utili).

E nel caso di uno stile “neutro”, elegante e delicato, dove non c’è un vero e proprio tema? Come realizzare il tableau, ad esempio? La scelta migliore è sempre la semplicità, ricordandosi di coordinare sempre tutti i dettagli (quindi usare gli stessi materiali, lo stesso colore, gli stessi caratteri di stampa):

Se avete bisogno di un carico di ispirazione per il tema da scegliere (e da riprendere in tutto), qui trovate un po’ di esempi di tableaux de mariage realizzati in questi anni.

Se invece avete bisogno di un consiglio diretto sul tema, o al contrario l’avete già scelto ma avete bisogno di coordinarlo in tutto, compilate questo modulo e saremo felici di aiutarvi a realizzarlo:

Tags: , , , , , , ,

Non ci sono ancora commenti

Lascia un commento

Open chat
1
Ciao!
Come possiamo aiutarti?